Now loading.
Please wait.

menu

Shopping Cart

Economia : Per tutti

DEFICIT/PIL: adesso è malafede della politica …

pubblicato in Economia, Per tutti da

Prego tutti di leggere qui sotto: è un’intervista di gennaio 2014 (il sole 24h)  riportata anche ad agosto sull’Huffington Post . Ma non conta nulla, per i politici e “la politica”. Del resto, come potrebbero darsi degli stupidi da soli, restando poi al loro posto? 

La regola del 3% di deficit sul Pil “fu una scelta casuale, senza nessun ragionamento scientifico“, “dovevamo fare in fretta” ed “è venuto fuori in un’ora”. Lo dice Guy Abeille, meglio conosciuto come ‘Monsieur 3%’, l’uomo che rivendica la paternità del limite imposto nel patto di stabilità, che lavorava al ministero delle Finanze di Parigi.

In un’intervista a Repubblica afferma che la regola nacque dalla volontà di Francois Mitterrand, eletto all’Eliseo, di “fermare la deriva” del deficit lasciato da Valery Giscard d’Estaing. “Avevamo pensato in termini assoluti di stabilire come soglia massima 100 miliardi di franchi. Ma era un limite inattendibile data l’alta fluttuazione dei cambi e le possibili svalutazioni. Quindi decidemmo di dare il valore relativo rispetto al Prodotto interno lordo che all’epoca era di 3.300 miliardi. Da qui il fatidico 3%”.

La regola, spiega, aveva funzionato bene negli anni ottanta ed “è stato Jean-Claude Trichet, allora direttore generale del ministero del Tesoro, a proporre questa norma durante i negoziati per il Trattato di Maastricht. Per paradosso, la Germania ha adottato la norma del 3% di deficit sul Pil fino a farne uno dei punti centrali del Patto di Stabilità. Trovo divertente che questa regola nata quasi per caso e oggi imposta dai tedeschi sia nata proprio in Francia”.

“Immaginavo – conclude – che ci sarebbero stati degli studi più approfonditi, in particolare quando il parametro è stato esteso all’Europa. E invece il 3% rimane ancora oggi intoccabile, come una Trinità”.

 

Non serve alcun commento; provate solo a rileggere le dichiarazioni fatte dai politici e anche dai tecnici di tutta Europa non solo da inizio 2014 ma da agosto ad oggi su questa mortale follia collettiva, chiamata paradossalmente “Indice di Stabilità e Crescita”.

Europa malata; politici intellettualmente disonesti.

questi i due indirizzi web per trovare l’articolo suddetto.

 

Parla l’inventore della formula del 3% sul deficit/Pil: «Parametro deciso in meno di un’ora, senza basi teoriche»
Il Sole 24 Ore

Patto di stabilità, Guy Abeille: “Il limite del 3% fu una scelta casuale senza nessun ragionamento scientifico”
L’Huffington Post

04 Nov 14

L' autore

 

 

Articoli correlati

 

 

Ultimi commenti

Ci sono 0 commenti. per "DEFICIT/PIL: adesso è malafede della politica …"

 

Commenta