Now loading.
Please wait.

menu

Shopping Cart

Legalità e Trasparenza : Per tutti

La seconda accusa: “si dimette apposta dalla sua stessa azienda per lucrare un compenso più alto come assessore”

pubblicato in Legalità e Trasparenza, Per tutti da

Ed eccoci alla seconda vagonata di clamorose falsità e di fango, IN PERFETTO “METODO BOFFO”, che Forza Italia di Vimercate (Avvocato Cristina Biella) e una cosiddetta Lista Civica (Signor Alessandro Cagliani) si sono divertite a costruire e a pubblicare sui giornali e sui social.

“Dai documenti pubblici che noi abbiamo in mano, risulta che Grossi era dipendente della società Mark-Up Consulting di sua stessa proprietà al 97,5% e che si è dimesso dalla sua stessa società – QUINDI SI DIMETTE DA SE’ STESSO – allo scopo di farsi pagare un compenso da assessore più alto”. “Tutto lecito”, aggiungono per sfottere, “ma politicamente indegno e quindi deve essere cacciato dalla Giunta”.

Capito? Insomma, un approfittatore, un miserabile, che per rubacchiare un po’ più soldi ai cittadini Vimercatesi, adotta un trucco squallido approfittando delle leggi esistenti per guadagnare di più.

Leggetevi il post della Biella: http://claudiomariogrossi.it/wp-content/uploads/2018/10/All_19-Post-Facebook_Biella.pdf

Peccato che io non sia mai stato dipendente della mia stessa società!! (era ed è impossibile; per legge, non mi sarebbero stati riconosciuti i contributi INPS!!) Eppure questo “Avvocato” riesce a dichiarare che ha in mano le “Visure Pubbliche” (inesistenti) che dimostrano che io sia dipendente della mia stessa società!

E sulla base di questa clamorosa falsità, costei e il suo fido compare di merende chiedono le mie dimissioni dandomi dell’approfittatore NON TRASPARENTE  (Cagliani: “… si dimette da sé stesso per prendersi il compenso pieno come assessore”)

Godetevi l’articolo al link … http://claudiomariogrossi.it/wp-content/uploads/2018/10/1-gdv_16-maggio-2017.pdf

Ma la cosa più clamorosa è quest’altra: IO MI SONO DIMESSO (da tutt’altra società) PRIMA CHE CI FOSSERO LE ELEZIONI A VIMERCATE!! Precisamente a MAGGIO 2016!!  MI ERO DIMESSO (per fatti e scelte totalmente privati miei e della mia famiglia) QUANDO VIMERCATE PER ME ESISTEVA SOLO SULLA CARTINA GEOGRAFICA!  Questa gente senza scrupoli, che aveva in mano anche le mie DICHIARAZIONI DEI REDDITI PER ALTRO PUBBLICHE, se avesse voluto avrebbe potuto facilissimamente appurare ogni cosa!

Invece, IN PERFETTO “METODO BOFFO”: 1) hanno DICHIARATO IL FALSO sui documenti a loro mani; 2) hanno dichiarato l’esistenza di documenti inesistenti (il mio rapporto di lavoro da dipendente di Mark-Up); 3) hanno premeditatamente manipolato il significato dei documenti a loro mani, ALLO SCOPO DI INFANGARE LA MIA PERSONA COME UN TORBIDO (non trasparente) APPROFITTATORE DEI SOLDI DEI VIMERCATESI, costruendo la falsa realtà “si dimette apposta da sè stesso per prendersi il compenso pieno come assessore anziché dimezzato”.

Ora la brevissima storia VERA:

  1. a maggio 2016 raggiungo i contributi INPS di legge per avere la pensione; per di più la società CMG Sas di cui ero dipendente in quanto socio accomandante di minoranza e prestatore d’opera (mia moglie socia di maggioranza) andava cessando la propria attività (mia moglie ha cambiato attività), tant’è che CMG è stata SCIOLTA POCO DOPO e non esiste più da tempo. scelte che con Vimercate non hanno NIENTE A CHE VEDERE.
  2. quel rapporto di lavoro NON HA NULLA A CHE VEDERE CON LA MIA PROFESSIONE ma è solo cosa di famiglia, E NON E’ NEMMENO NEL MIO CURRICULUM VITAE, OVVIAMENTE. Faccio tutt’altro nella vita, come si sa …..
  3. a fine maggio ho un incidente e a inizio GIUGNO vengo operato di protesi all’anca.
  4. il Commercialista blocca i 30 giorni di preavviso che sarebbero scaduti il 30 GIUGNO (per poi sciogliere la società per cessata attività).
  5. a GIUGNO ci sono le elezioni a Vimercate e vince il M5S (manco lo sapevo ovviamente, mica vivo a Vimercate).
  6. a metà giugno il futuro Sindaco Sartini mi chiama, avendomi conosciuto un anno prima in un convegno su Mafie e Corruzione in Brianza, per chiedermi se ero disponibile a fare l’assessore TECNICO al bilancio ecc … (ero a letto in ospedale, in trazione …)
  7. il 3 LUGLIO 2016 vengo nominato.

FINE DELLA STORIA.   19 MAGGIO 2017    Forza Italia e Noi per Vimercate dichiarano su FB e sui Giornali che GROSSI SI DIMETTE APPOSTA DALLA SUA STESSA SOCIETA’ MARK-UP CONSULTING ALLO SCOPO DI FARSI PAGARE UN COMPENSO PIU’ ALTO; UN APPROFITTATORE DI SOLDI DEI VIMERCATESI, DA CACCIARE DALLA GIUNTA.

Ora vi annoio un pochino per dirvi quanto siano imbecilli, non solo diffamatorie, le affermazioni per cui uno debba dimettersi dall’azienda di cui è dipendente per avere un compenso più alto come assessore. Nelle cariche amministrative (sindaco, assessore, ecc…), per legge:

  1. SE SEI UN LIBERO PROFESSIONISTA O UN PENSIONATO, PRENDI IL COMPENSO PIENO (nel mio caso, 980 euro/Mese circa)
  2. SE SEI UN DIPENDENTE CHE FA L’ASSESSORE/SINDACO SOLO ALLA SERA E AL SABATO/DOMENICA (cioè continui a lavorare come dipendente), PRENDI IL 50% DEL COMPENSO.
  3. MA, UDITE UDITE, se prendi l’aspettativa dall’azienda e fai l’assessore/sindaco a tempo pieno, NON SOLO PRENDI ILCOMPENSO PIENO, MA IL COMUNE TI PAGA ANCHE I CONTRIBUTI INPS AL POSTO DELL’AZIENDA!!!!!

CAPITO COSA AVREI POTUTO FARE SE FOSSI STATO UN APPROFITTATORE??

  1. Avrei POTUTO NON DIRE NIENTE DELLE DIMISSIONI GIA’ DATE, COME SE NON LE AVESSI MAI DATE (ritirandole, ovviamente)
  2. Mi sarei messo IN ASPETTATIVA, e così NON SOLO AVREI AVUTO IL COMPENSO PIENO, MA MI SAREI FATTO PAGARE 5 ANNI DI CONTRIBUTI INPS DAI VIMERCATESI!! Un bell’arrotondamento di pensione, no?!
  3. NESSUNO AVREBBE MAI SAPUTO DELLE MIE DIMISSIONI DI MAGGIO 2016 ….

Invece, da perfetto  TORBIDO APPROFITTATORE DEI SOLDI DEI VIMERCATESI, non ho fatto niente del genere.

I nobili rappresentanti della politica professionistica di Vimercate, gente senza scrupoli, hanno chiamato e chiamano tutt’ora il letame di cui sono stati capaci: CONFRONTO POLITICO.

CONCLUDO: all’articolo PUBBLICAZIONE DI TUTTI I DOCUMENTI DELLA DENUNCIA ci trovate tutto, anche le cartelle cliniche. Anche i Magistrati avevano tutto in mano: PROVE PROVATE CHE dichiarazioni pubbliche come GROSSI SI DIMETTE DA SE’ STESSO APPOSTA PER FARSI DARE UNO STIPENDIO PIU’ ALTO ovviamente ALLE SPALLE DEI VIMERCATESI e ALLA FACCIA DELLA TRASPARENZA, ERANO UNA PALESE E CLAMOROSA DIFFAMAZIONE DELLA MIA PERSONA, DELLA MIA CORRETTEZZA E DELLA MIA ONORABILITÀ’ DI  PUBBLICO UFFICIALE PULITO E TRASPARENTE.

Eppure, sapete cosa è stata capace di fare la Magistratura di Monza? E’ QUASI IMPOSSIBILE CREDERE CHE SIA STATA CAPACE DI TANTO. EPPURE ….

Ve lo racconterò in dettaglio nel prossimo articolo, anche se sapete dove trovare l’allucinante dispositivo di archiviazione della signora Cristina De Censo, GIP di Monza.

 

 

 

 

16 Dic 18

L' autore

 

 

Articoli correlati

 

 

Ultimi commenti

Ci sono 0 commenti. per "La seconda accusa: “si dimette apposta dalla sua stessa azienda per lucrare un compenso più alto come assessore”"